Un mondo fatto di esperienza, coraggio, dedizione.
Benvenuto nel mondo dei Piloti italiani.

14
November

“SUPERNAVI-GRANDI TONNELLAGGI”:  DIRIGENZA FEDERAZIONE A GENOVA PER SOLUZIONI CONDIVISE CON I PILOTI

“SUPERNAVI-GRANDI TONNELLAGGI”: DIRIGENZA FEDERAZIONE A GENOVA PER SOLUZIONI CONDIVISE CON I PILOTI

Roma 15 novembre 2018 - La Fedepiloti è in queste ore impegnata ad un tavolo tecnico con la Corporazione di Genova nell’ambito del procedimento biennale relativo alla determinazione delle tariffe gestito dal Ministero. Il tema centrale è l’adeguamento dei “grandi tonnellaggi” all’interno del sistema tariffario dei piloti che prevede, o meglio riconosce le navi fino a 90.000 tonnellate di stazza, che oggi rientrano tra le navi di “medie” dimensioni. “Tutti noi piloti e i colleghi genovesi in particolare - sottolinea il presidente di Fedepiloti, Francesco Bandiera - siamo molto sensibili a questa problematica che risale addirittura al 1974, anche se è stata attenzionata solo nel 2010, proprio grazie ai piloti di Genova che, con lungimiranza, per primi in Italia avevano individuato il paradosso tecnico che questo avrebbe, anzi sta comportando. A nave più grande corrispondono responsabilità, livello di difficoltà e tempi di manovra maggiori. Riconoscere questi principi è di fondamentale importanza anche “morale” per il pilota che sale a bordo tutti i giorni dell’anno in tutte le condizioni diurne e notturne, come sottolineato dall’ammiraglio Tarzia a Livorno ("E’ anche per merito della locale corporazione dei piloti se oggi a Livorno il cui porto presenta grossi limiti strutturali  le grandi portacontainer oltre ad approdare di giorno possono salpare anche di notte". Spiega il contrammiraglio - " L’inadeguatezza degli spazi di manovra portuali in relazione alla crescente dimensione delle navi – – non ha fatto venire meno la necessità di continuare a rendere concorrenziale il Porto di Livorno a condizione che la sicurezza della navigazione sia sempre garantita” dal Corriere Marittimo dell’8 novembre scorso). La serenità dei piloti è importantissima, anzi fondamentale, quando salgono a bordo. Devono sapere e sentire che il loro lavoro è riconosciuto sotto ogni punto di vista. Ne va del principio generale della sicurezza del porto ed a garanzia proprio di non cedere alle pressioni commerciali che arrivano dall’esterno”. Una situazione che ha richiesto la presenza dell’attuale dirigenza della Fedepiloti (presidente Bandiera, vice presidente Mennella, direttore Scarpati e il dt Di Fazio, consulente ed esperto del sistema tariffario), a Genova. “Stiamo lavorando gomito a gomito con la Corporazione genovese per trovare una soluzione al problema. A dimostrazione che non lasciamo nulla di intentato e che si rema tutti nella stessa direzione per il bene della categoria e del sistema portuale tutto, in particolare in chiave sicurezza. La Federazione, che crede fortemente nella bontà dell’attuale sistema che ha garantito stabilità e pace sociale tra il mondo armatoriale ed il sistema di pilotaggio nazionale da oltre 40 anni, si presenterà all’appuntamento del prossimo marzo, quando entrerà in vigore il regolamento UE 352/2017, preparata ed aperta ad apportare tutte quelle migliorie attraverso un protocollo di intesa con il Ministero che rispondano a principi di coerenza e lealtà e che facciano sempre riferimento al pieno riconoscimento dell’altissima professionalità che il nostro mondo sa proporre al sistema portuale/marittimo/armatoriale/istituzionale”. Il confronto con i colleghi presenti alla riunione è stato utile per fare emergere anche nuove soluzioni rispetto a quelle già in corso di valutazione nelle sedi opportune, tutto in linea con la regolare e costante attività della Federazione Italiana dei Piloti dei Porti che da oltre 70 anni continua ad essere l'effettivo riferimento del pilotaggio Italiano.

Non trovano, quindi, fondatezza le “fake news” diramate, senza verifica, in maniera incontrollata sul web al solo fine di creare irrigidimenti, tensioni e spaccature che al momento non esistono come confermato anche dal Capo Pilota di Genova, comandante Danilo Fabricatore Irace.

I cookie ci aiutano a migliorare il sito e a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Per maggiori informazioni è possibile consultare la Privacy Policy


close X