Un mondo fatto di esperienza, coraggio, dedizione.
Benvenuto nel mondo dei Piloti italiani.

2
July

FOCUS SULLA SICUREZZA, FEDEPILOTI AL CORRIERE MARITTIMO: "TRASFERIMENTO PILOTINA-NAVE-PILOTINA PUNTO CENTRALE"

FOCUS SULLA SICUREZZA, FEDEPILOTI AL CORRIERE MARITTIMO: "TRASFERIMENTO PILOTINA-NAVE-PILOTINA PUNTO CENTRALE"

GENOVA - “Nel settore portuale si verificano 124 infortuni sul lavoro ogni 1000 addetti, mentre negli altri comparti il livello degli infortuni è di 29 sempre su 1000 addettiLa forte rilevanza dei numeri mette in luce come il settore portuale sia maggiormente rischioso rispetto ad altri”. I dati provengono da una ricerca condotta dall'Inail nel 2018, a spiegarlo è Francesco Mariani, segretario generale di Assoporti, intervenuto al convegno sulla safety portuale, svolto durante la settimana dello shipping genovese.

L'attività portuale ha caratteristiche che la rendono differente da qualsiasi altro comparto, poichè nei porti si effettuano modalità di trasporto plurimodale (navi, mezzi di carico, mezzi di trasporto, ferrovia ecc.) con alto livello tecnologico. Le navi, soggette al fenomeno del gigantismo, spiega Mariani, ampliano sempre più il grado di automazione con frequenti cambiamenti nelle quantità e nelle tipologie delle merci, questo determina anche un lavoro ad alto rischio. “Nei porti italiani tiene testa il settore ro-ro nel quale, anche se interviene la tecnologia, il lavoro manuale dell’uomo è ancora pesante e pertanto rischioso”. Gli incidenti si verificano con facilità tra i lavoratori ex art 16 (L. 84/94) prestatori d’opera e art. 17(L. 84/94). “Riguardo al personale art. 16, c’è molto da migliorare, le aziende non sono strutturate e spesso si fanno concorrenza tra di loro, andando al ribasso sui costi del lavoro, ne consegue che diminuisce la capacità di queste aziende di imprimere formazione”.

A portare il punto di vista del servizio di pilotaggio è intervenuto al convegno Francesco Bandiera presidente Federazione nazionale Piloti di porto (VIDEOINTERVISTA“Una buona prestazione di pilotaggio inizia con l’imbarco del pilota e termina con lo sbarco del pilota, perchè una buona prestazione di pilotaggio è intesa quando la sicurezza chiude tutto il ciclo produttivo legato alla manovra” - “Il trasferimento dell’uomo dalla pilotina alla nave e viceversa rimane il punto centrale” “Bignora predere un programma di addestramento su questa manovra ma, soprattutto, ci andremo a concentrare sui conduttori delle pilotine”.
I drammatici incidenti di fine 2017 e inizio 2018 parlano chiaro, troppi piloti hanno perso la vita in Europa: Portogallo, Italia e Finlandia, "probabilmente" - conclude il presidente di Fedepiloti - "con delle procedure specifiche qualcosa di più si sarebbe potuto fare.

Leggi l'articolo completo

I cookie ci aiutano a migliorare il sito e a fornire i nostri servizi. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
Per maggiori informazioni รจ possibile consultare la Privacy Policy


close X